Scopri il catalogo dei migliori broker no Esma

Migliore Broker Fuori Europa (NO ESMA)

Benvenuti su T.P.O (Trading Online Pro), Qui troverai l’elenco più completo dei migliori broker fuori ESMA o Broker fuori Europa.

trading online

I migliori Broker di Trading NO ESMA del 2021

fp markets

FP Markets è un broker australiano che opera dal 2005 ed è in possesso di licenza ASIC (Australian Securities and Investments Commission).

Klimex Capital Markets

Key to Markets è una società di brokeraggio fondata nel 2010 e che ormai da tempo si sta distinguendo come uno dei migliori broker presenti sul mercato.

blackbull

BlackBull Markets è il marchio con cui opera una società di brokeraggio chiamata Black Bull Group Limited.

klimex capital markets

Klimex Capital Markets è una società di brokeraggio fondata in Australia nel 2015 ed è un rappresentante autorizzato di Vantage International Group Limited.

Tradeview

Tradeview è una società di brokeraggio fondata nel 2004 che offre un’esperienza di trading eccellente per chiunque voglia negoziare nei mercati finanziari.

Cos’è l’ESMA e come mi riguarda il nuovo regolamento?

La European Securities and Markets Authority (ESMA) è un organismo dell’Unione Europea che mira a proteggere gli investitori e garantire l’integrità, la stabilità e il buon funzionamento dei mercati finanziari. Poiché il mercato dei cambi (dove opera XTB) è una parte importante dell’universo dei mercati finanziari, è naturale che sia di interesse per i regolatori europei. I regolamenti ESMA si applicheranno a tutti i mercati dell’Unione europea e sono quindi di estrema importanza per il gruppo XTB. Ricordiamo che XTB ha una quota di mercato sostanziale in paesi come Spagna, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Polonia, Portogallo e Slovacchia.

Il punto di vista di XTB sulle nuove modifiche normative dell’ESMA

Questo 2018 sarà estremamente importante per il mercato Forex europeo. Le ultime modifiche normative che entreranno in vigore il 1° agosto 2018, introducono regolamenti di vasta portata che probabilmente influenzeranno il mercato dei derivati in Europa per gli anni a venire. In un primo momento, queste misure possono essere interpretate come limitazioni per i commercianti in effetti, questo potrebbe essere il caso.  

D’altra parte, mentre per molte istituzioni finanziarie, tali cambiamenti presentano enormi avversità, per XTB, questa nuova situazione potrebbe essere non solo un grande punto di forza, ma un miglioramento nel posizionamento e nella quota di mercato. Questa analisi presenta un estratto dei regolamenti, il loro potenziale impatto sul mercato Forex e su XTB.

Potrebbero anche avere un impatto significativo su XTB.

Di cosa tratta la nuova regolamentazione?

L’ESMA ha deciso di utilizzare un nuovo meccanismo chiamato “intervento sui prodotti” che intende proteggere gli investitori al dettaglio. Mentre i regolamenti si concentrano principalmente sulla limitazione dei livelli di leva finanziaria, ci sono anche altre misure rilevanti che entreranno in vigore:

L’intervento introduce un divieto totale sulle opzioni binarie che sono considerate troppo complesse per gli investitori al dettaglio. Il consiglio di amministrazione di XTB ritiene che questo avrà un impatto residuo per la società, che sarà particolarmente mitigato perché XTB ha ampliato la sua offerta di strumenti finanziari con l’introduzione di Cash Equities su 16 borse e Exchange Traded Funds (ETF).

Altri cambiamenti riguardano i derivati o contratti per differenza (CFD), una parte rilevante dell’offerta di prodotti di XTB. La leva finanziaria massima sarà limitata a 30:1, o anche fino a 2:1. La leva di 30:1 è stata riservata alle coppie di valute principali, 20:1 per altre coppie di valute, oro e indici azionari principali, 10:1 per altri indici azionari e materie prime, 5:1 per altri strumenti non specificati e 2:1 per i CFD su criptovalute.

Un sondaggio condotto dal portale internet “Comparic”, mostra che più del 90% dei commercianti si oppone a queste severe limitazioni. L’ESMA ha riconosciuto che delle circa 18.500 risposte ricevute nel suo giro di consultazione, la maggior parte di questo enorme numero proveniva da clienti individuali. Questo suggerisce che i cambiamenti non sono ben accolti dalle comunità commerciali, e sono contro i loro interessi.

Questi cambiamenti richiederanno livelli più alti di depositi di fondi per mantenere la stessa esposizione di mercato e questo potrebbe essere dannoso perché questi fondi potrebbero essere dirottati su altri mercati.

XTB vede questi cambiamenti come eccessivamente rigorosi e potenzialmente controproducenti, in quanto gli investitori potrebbero decidere di lasciare la giurisdizione dell’UE in cerca di migliori condizioni di trading e potrebbero essere lasciati senza alcuna protezione.

I cambiamenti includeranno una nuova regola che richiederà un livello più elevato di depositi di fondi per mantenere la stessa esposizione al mercato e questo potrebbe essere dannoso in quanto questi fondi potrebbero essere dirottati verso altri mercati.

Sarà inclusa una regola di stop out che forzerà la chiusura di una posizione se il livello di deposito di fondi scende sotto il 50% del deposito originale (su un conto specifico). XTB ritiene che questo livello di protezione sia ragionevole.

L’intervento sul prodotto introduce una protezione obbligatoria del saldo negativo. Questo significa che la perdita dell’investitore al dettaglio non può mai superare il suo deposito iniziale. XTB sostiene pienamente questa proposta, infatti, XTB aveva già adottato questa pratica prima che fosse proposta dall’ESMA già nel 2017.

Il regolamento limita una serie di incentivi che potrebbero essere offerti insieme alle transazioni CFD. Mentre XTB è d’accordo con questo principio, ritiene che alcuni incentivi siano vantaggiosi per ancorare le relazioni a lungo termine dei clienti.

Infine, l’intervento ha standardizzato i disclaimer relativi al rischio. XTB sostiene assolutamente questa idea perché aumenta la trasparenza di questo mercato.

Vale la pena rimanere con un broker europeo o meglio un broker no ESMA?

Anche se il trading di CFD con un broker europeo richiederà un deposito maggiore, gli investitori dovrebbero sempre dare la priorità alla loro sicurezzaXTB sottolinea che alcuni broker che offrono condizioni di trading potenzialmente attraenti e non regolamentate mettono a rischio il capitale degli investitori.

Inoltre, anche se un Broker ha una licenza, la grande distanza e le differenze di regolamentazione e supervisione possono rendere impossibile l’esercizio dei diritti del Cliente. Inoltre, nessuna giurisdizione al di fuori dell’UE fornisce una protezione del saldo negativo.

“Questi regolamenti livellano il campo di gioco per i broker basati nell’UE obbligando tutti a rispettare le stesse regole. È nostro dovere garantire il miglior servizio e la migliore piattaforma di trading per i clienti XTB. XTB come broker regolamentato fornisce sicurezza ad ogni investitore al dettaglio”. – Filip Kaczmarzyk, membro del Consiglio di Amministrazione di XTB.

Al tempo stesso, XTB come un broker regolamentato fornisce sicurezza ad ogni investitore al dettaglio.

Al tempo stesso, XTB vede un grosso problema con i broker non regolamentati che offrono i loro servizi in Europa da fuori l’UE. Molte di queste aziende impiegano tecniche di marketing e di vendita aggressive, offrendo una visione di profitti rapidi, in realtà incoraggiando i loro clienti a prendere rischi eccessivi.

Queste aziende hanno un impatto negativo sull’integrità dei mercati finanziari in Europa e le loro attività dovrebbero essere indagate dall’ESMA.

Tuttavia, dalla direzione di XTB Spagna nota che la crescente cultura finanziaria del cliente spagnolo sta facendo la presenza di broker di questo tipo si sta evolvendo per avere un peso solo residuo.

Assicuratevi di controllare le autorizzazioni e le licenze del vostro broker

Investire con un broker affidabile e regolamentato dovrebbe essere una priorità per ogni clienteXTB raccomanda sempre di verificare la licenza non solo sul sito web della società, ma anche sul sito web del regolatore. Oltre a questo, gli investitori dovrebbero assicurarsi che il loro Broker non sia su nessuna lista di avviso pubblico. Gli investitori dovrebbero notare che ci sono diverse licenze che offrono diversi livelli di sicurezza per gli investitori. Alcune licenze offshore possono fornire meno protezione delle licenze richieste nell’UE.

Maggiore leva per i clienti professionali

Oltre ai clienti al dettaglio, le nuove modifiche normative dell’ESMA si riferiscono anche ai clienti professionali. Se soddisfano una serie di requisiti, i clienti possono essere classificati come clienti professionali e quindi continuare a mantenere gli attuali livelli di leva finanziaria:

  • Il cliente ha completato almeno 10 transazioni in media negli ultimi 4 trimestri con un valore nozionale di almeno 50.000 euro.
  • Il cliente possiede attività finanziarie di almeno 500.000 euro.
  • Il cliente ha almeno 500.000 euro in attività finanziarie.

Il Cliente ha almeno un anno di esperienza nel settore finanziario in una posizione che richiede la conoscenza dei mercati finanziari. Tuttavia, l’ESMA ricorda che i clienti professionali rinunciano al livello di protezione offerto ai clienti privati.  Potrebbe XTB beneficiare dei regolamenti ESMA?

Il Corporate Management di XTB è pienamente preparato per una possibile diminuzione temporanea dei volumi di trading, anche se rimane convinto non solo della redditività a lungo termine del business, ma anche di un consolidamento a livello europeo e di un guadagno di quote di mercato.

I regolamenti ESMA possono accelerare questo processo di consolidamento delle società che non hanno una base di clienti stabile a favore dei broker con un’ampia offerta di investimenti e una solida diversificazione.

Da XTB Spagna, Alberto Medrán (direttore generale per Spagna, Portogallo e Italia), comprende questo nuovo quadro normativo come un ambiente di opportunità e ha obiettivi molto ambiziosi in questo senso.

Il settore si sta inesorabilmente avvicinando al più grande processo di cambiamento forse della storia, in cui solo i Broker la cui diversificazione geografica, l’ampia gamma di prodotti e il 100% concentrato sul cliente, emergeranno pienamente rafforzati.      Non solo Forex: XTB offre Spot Stocks e ETFs

XTB comprende la necessità di offrire ai suoi clienti una vasta selezione di opportunità di investimento su una singola piattaforma di trading. Gli investitori possono ora investire in azioni, ETF o derivati da un unico conto. Con questo in mente, XTB ha introdotto azioni da 16 borse insieme a ETF.

Questi mercati includono NYSE, NASDAQ, LSE, Deutsche Borse e molti altri, permettendo agli investitori di aumentare la loro capacità di diversificazione. Un’offerta così ampia incorporata nella più recente tecnologia è una dichiarazione di intenti per il futuro dell’industria.